I migliori film Hi-Tech di sempre

Mentre la tecnologia e l’innovazione avanzano sempre più nelle nostre vite, le arti hanno sempre cercato di interpretare e immaginare il nostro futuro, tra robot e tecnologie e mondi sensazionali.
Ma quali sono stati i migliori film hi-tech? Chi ha introdotto più tecnologia e gadget nel mondo del cinema? Abbiamo stillato una lista di dieci film sulla tecnologia che hanno avuto un fortissimo impatto nell’epoca in cui uscirono e che in qualche modo hanno anticipato la nostra società.

Matrix

Il capolavoro dei Wachowski, il film che è diventato un’icona e ha portato ad un altro livello i film fantascientifici. In Matrix troviamo talmente tanta tecnologia che il mondo stesso è una simulazione creata da un computer!

Minority Report

Computer 3D, ologrammi, previsioni del futuro, realtà aumentata e molto altro: nel film di Spielberg con Tom Cruise troviamo tutto ciò. Il regista si era documentato e consultato con alcuni autori di fantascienza per creare questo film distopico.

Blade Runner

Macchine volanti e replicanti: basta questo per farne un classico. Ed erano gli anni 80. Il film con Harrison Ford a caccia di replicanti mette in guardia l’umanità su una cosa: arriverà il giorno in cui la tecnologia riuscirà a soppiantare noi umani.

Tron

Jeff Bridges rimpicciolito che si infila dentro un computer mentre cerca di hackerarlo? Assolutamente geniale e immortale. E aiutò molti a capire cosa ci fosse dentro un computer… più o meno!

War Games

Un giovanissimo Matthew Broderick che utilizza un super computer e per poco non scatena una guerra nucleare. Girato in piena guerra fredda, il personaggio di Broderick è un hacker ante litteram.

A.I

Un altro film di Spielberg per mostrarci come l’intelligenza artificiale avrà anche un cuore e un aspetto umano. Ma siamo noi pronti ad accettare tutto ciò?

Metropolis

Siamo nel 1927 ma Metropolis racconta un futuro ancor più avanti di noi, dove le diverse classi sociali sono divise anche architettonicamente. Qui l’alter ego robotico della protagonista seminerà il caos in un mondo sfruttato e iper industrializzato.

Total Recall

Forse fin troppo fantascientifico, ma l’idea di fondo, ovvero ciò che è reale e ciò che non lo è, è un dibattito aperto nel mondo di oggi, dove la realtà virtuale si fa sempre più strada nelle nostre vite.

2001 Odissea nello Spazio

Chi non conosce il computer HAL 9000? Che prende vita propria e decisioni proprie e decide di eliminare l’astronauta chiudendolo fuori nello spazio. Un avviso per le moderne tecnologie IoT e smart? Forse sì se non siamo attenti alla nostra protezione.

Westworld

Diventato anche poi serie TV, questo film del 1973 tratto da un libro di Crichton, vede impegnati robot contro umani (un classico ormai). La tecnologia prenderà dunque il sopravvento sugli uomini? O tratteremo le nuove tecnologie e l’intelligenza artificiale come schiavi? Non sappiamo ancora la risposta ma West world, come tanti altri film e libri, prova a dirci come finirà tutto ciò.

E il vostro film hi-tech preferito qual è?

Matrix 4 SI FARÀ!

Qualche mese fa erano trapelati in rete delle indiscrezioni su un possibile quarto film su Matrix, qualche ora fa ne abbiamo avuto la conferma tramite Variety!

In Matrix 4 è confermato il ritorno di Keanu Reeves e Carrie-Ann Moss che riprenderanno i ruoli di Neo e Trinity e Lana Wachowski scriverà e dirigerà il quarto film della saga cinematografica.

Le riprese del film dovrebbero iniziare nel 2020. La sceneggiatura di Matrix 4 è stata scritta dalla stessa Wachowski in collaborazione con Aleksander Hemon e David Mitchell.

Lana Wachowski ha commentato: “Molte delle idee che io e Lilly abbiamo esplorato 20 anni fa riguardanti la nostra realtà sono attualmente ancora più rilevanti. Sono davvero felice nel poter riavere questi personaggi nella mia vita e grata per un’altra opportunità di lavorare con i miei brillanti amici“.

Com’era naturale che accadesse, la fanbase si è divisa alla notizia di un nuovo film: c’è chi è a favore di un nuovo film che possa andare a spiegare e rendere chiari alcuni dettagli della trilogia; naturalmente c’è chi è contrario ad un film non necessario, visto che la trilogia aveva una conclusione inequivocabile.

Voi cosa ne pensate? Siete favorevoli o contrari a questo nuovo film?

FaceApp: quello che NON vorresti sapere

Ultimamente vedete sui social solo foto di persone che conoscete diventate improvvisamente vecchie? Niente paura, non siete arrivati nel futuro con la mitica DeLorean di Doc, è solo l’ennesima app di tendenza: FaceApp!

Quello che fa quest’app sicuramente lo sapete, ma ve lo riassumo in una manciata di parole: applica dei filtri alle foto che vi inserite e tra gli altri effetti applicabili ce n’è uno che vi fa sembrare più vecchi in un modo molto realistico direi.

Siete sicuri che sia solo questo? Certo che no!

Per applicare i filtri alle foto, queste vengono inviate ai server di Wireless Lab OOO, società con sede a San Pietroburo, ubicati quindi in Russia, che non rispetta gli standard GDPR.

“Per generare questi filtri, come la faccia che invecchia, si usano reti neurali generative avversarie, che devono girare su computer potenti“, commenta Luca Sambucci a Wired, la potenza di un comune smartphone non è sufficiente, quindi le foto vengono inviate ai server della società russa per essere processate.

Su questi server le foto restano archiviate per un tempo indefinito, perché la società, fondata e diretta da Yaroslav Goncharov, non dichiara per quanto tempo le conserverà e nemmeno dove. I dati “potranno essere archiviati e lavorati negli Stati Uniti o in qualsiasi altro paese in cui Faceapp, i suoi affiliati o i fornitori del servizio possiedono le infrastrutture”, si legge nella privacy policy.

Faceapp dichiara di avere base negli Stati Uniti, ma a quanto pare è solo una casella postale poichè all’indirizzo dichiarato la società immobiliare Regus appoggia “uffici virtuali.

Wireless Lab 000 raccoglie moltissimi dati: in primis le foto dell’utente che ha scaricato l’app; accede anche ai file multimediali di Whatsapp, quindi potenzialmente possono avere anche le informazioni dei contatti Whatsapp; raccoglie dati sulle pagine web visitate; file di log; dati sul dispositivo da cui si collega; il tutto senza nemmeno richiedere il consenso.

Sembra quasi che il gruppo russo stia organizzando e archiviando il più grande dataset di volti mondiale per allenare l’intelligenza artificiale al riconoscimento facciale.

Dunque attenzione alle app che scaricate, poichè con questo tipo di procedure aziende come la Wireless Lab 000 ledono il nostro diritto alla privacy.

Fonte: WIRED

Nintendo Switch Lite – Svelato il prezzo italiano

Nintendo ha presentato da pochissimo la nuova versione esclusivamente portatile della Nintendo Switch: la Switch Lite, rivelando anche il prezzo di vendita negli USA, che sarà di 199 dollari e la data di uscita: il 20 settembre.

GameStop Italia ha inserito durante la giornata di ieri nel proprio listino la console nelle tre colorazioni base (Turchese, Gialla e Grigia) al prezzo di 219,98 euro, per la “Zacian & Zamazenta Edition” saranno necessari 10 euro in più.

La Nintendo Switch Lite, essendo pensata come console esclusivamente portatile, non ha i comandi rimovibili (Joy-Con), non può trasmettere le immagini alla tv, quindi non è dotata della base per essere connessa alla tv, ne del cavo HDMI.

Fatecelo sapere nei commenti!

Cosa pensate di questa versione economica della Switch?

A ROMA NEVICA TUTTI I GIORNI!

 

Allerta neve e ghiaccio a Roma! Non è un altro capriccio del meteo impazzito, né un evento straordinario come la famosa nevicata estiva del 358 d.C. a Santa Maria Maggiore, ma un nuovo padiglione, ricco di divertimento, che apre a Cinecittà World, Il parco a tema del Cinema e della Tv: Il regno del ghiaccio, ovvero il il primo snow park al coperto d’Italia.
Cinque le attrazioni con cui divertirsi in compagnia: Pattiniamo, la tradizionale pista di pattinaggio, Ghiaccio Scontri, autoscontri sul ghiaccio, per guidare senza regole a bordo di sfreccianti gommoni

Scivolone la multipista per sfidare gli amici in divertenti discese

Palle di neve, dove arrampicarsi su morbide montagne bianche in cui nevica tutto l’anno

ed infine Kamikice, per precipitare senza freni tra le curve di un vorticoso scivolo


Montagna si, ma senza esagerare… al Regno del Ghiaccio il termometro segna sempre circa 20° gradi: magie della tecnologia che consente di divertirsti sulla neve, quella vera, anche in pantaloncini corti o in costume da bagno, senza ingombranti giacche o tute da sci.
“Dopo il grande successo di Volarium – il Cinema Volante, Cinecittà World arricchisce il ventaglio delle esperienze per i propri ospiti, con la Cinevacanza sulla neve senza allontanarsi da Roma ” – afferma Stefano Cigarini, Amministratore Delegato di Cinecittà World – “Tutte le nostre nuove attrazioni sono realmente social: permettono ai visitatori del Parco di interagire tra loro, sfidarsi con gli amici, condividere le emozioni con la famiglia, i figli, i nipoti… costruendo percorsi di divertimento unici, ogni volta diversi ed originali”.
Il Made in Italy è protagonista anche in questa nuova attrazione, realizzata insieme alla Bresciana Industrial Frigo, azienda leader nella termoregolazione e gestione del freddo.

Con l’apertura de Il regno del ghiaccio il Parco continua nella sua grande crescita di pubblico ed offerta che oggi conta 40 Attrazioni, 6 Spettacoli al giorno e 7 Aree a Tema.

Si prospetta un’estate torrida? Quale miglior rimedio! Mentre fuori fa caldo e il sole brucia, nel Regno del Ghiaccio nevica 365 giorni l’anno!

Volarium – Volo nella Firenze dell ‘500!

IL FUTURO IRROMPE A CINECITTA’ WORLD PER I 500 ANNI DI LEONARDO:
ARRIVA VOLARIUM – IL CINEMA VOLANTE

Dal 18 Maggio, in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da
Vinci, Cinecittà World, il parco divertimenti del Cinema e della TV di Roma, celebra il genio inaugurando la più innovativa attrazione esistente nel settore in Italia: “Volarium – Il cinema volante”.
“Volarium è un flying theatre, ovvero un grande simulatore dinamico ricco di effetti speciali che farà volare i visitatori, sospesi ad oltre 10 metri di altezza, sulle opere di Leonardo da Vinci e sulla Firenze del ‘500” – racconta l’Amministratore Delegato, Stefano Cigarini. “L’attrazione-prosegue l’AD-è il risultato di un progetto globale che coinvolge un pool di imprese italiane (Cinecittà World, Red Raion per il preshow), tedesche (Simtec, che ha firmato tra l’altro le installazioni multimediali del nuovo terminal di Fiumicino) e americane. Un’attrazione tecnologica che conta pochi esemplari al mondo”.

Il viaggio degli ospiti comincia a terra, all’interno di un super computer.
Siamo al cospetto dell’Intelligenza Artificiale più avanzata che ci guida tra i
segreti degli effetti speciali del cinema: è D.I.O., il Digital Intelligence Officer.

Un ascensore futuristico ci solleva fino al livello del cinema, una piattaforma elettro-idraulica (Motion Platform) che svetta nel grande teatro. Di fronte a noi l’immenso schermo concavo da 25 metri (180° orizzontali, 110° verticali) con proiezioni in 4K che ci avvolge e immerge letteralmente nella scena.

Da qui la sensazione di volare, grazie ai 6 assi di movimento (DOF) e ai ricchi effetti speciali (aria, acqua, odori, vibrazioni…).
Al cinema lo spettatore è fermo in poltrona, mentre la scena intorno a lui si
muove. Con Volarium si supera questa sensazione, perché lo spettatore
vola e si muove seguendo esattamente il punto di vista della telecamera
(POV).
Con Volarium, a Cinecittà World, l’ospite entra letteralmente nel film!

Spider-Man: Far From Home – Analisi Trailer

Il nuovo trailer di Spider-Man: Far From Home è stato rilasciato da poche ore ed è pieno di molti dettagli!

—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—

Timeline

Abbiamo la conferma che il film sarà ambientato dopo il termine degli eventi di Avengers: Endgame.

QUI e QUI le nostre recensioni.

Mysterio

Scopriamo che il Mysterio di Far From Home proviene da un universo alternativo e sembra essere una versione buona del nemico classico del nostro amichevole arrampicamuri.

Dal trailer si evince che con lo schiocco di dita, Thanos ha creato una frattura nel tessuto del Multiverso.

Ebbene sì signore e signori, con Spider-Man: Far From Home viene introdotto il concetto di multiverso, e io spero vivamente che, vista la recente acquisizione della Fox da parte di Disney, il tutto si concluda con questo:

Le SECRET WARS! Per chi non sapesse cosa sono o abbia la memoria un po’ corta vada pure a leggere qui.

Le cose rilevanti da analizzare non sono molte, quindi vi lasciamo al trailer!

Avengers: Endgame – RECENSIONE

La fine è parte del viaggio.

Ci siamo. La fine di questo arco narrativo, lungo 11 anni e 22 film, è arrivata.

Nonostante Spider-Man: Far From Home, in uscita l’11 luglio nelle sale italiane, sia il film che effettivamente chiude la Fase Tre del Marvel Cinematic Universe possiamo considerare Endgame la conclusione di un ciclo quasi perfetto che indubbiamente ha stabilito nuovi livelli di narrativa nella storia del cinema.

RECENSIONE – Spoiler Free

Il film inizia subito dopo lo schiocco di dita di Thanos: metà degli esseri viventi dell’universo è stata cancellata dall’esistenza e vediamo gli eroi sopravvissuti che cercano di trovare un modo per salvare tutti quelli che sono stati cancellati dal Titano Folle.

Per non farvi spoiler non posso scendere di più nei dettagli, ma posso assicurarvi che gli sceneggiatori sono riusciti ad ordire una trama che, almeno per quello che riguarda il sottoscritto, è impossibile da indovinare, anche solo lontanamente.

Le scene viste nei trailer sono tutte presenti nel film, soprattutto nella prima ora.

Prima ora che serve a raccontarci cosa succede ai sopravvissuti alla Guerra dell’Infinito e che si svolge senza grandi scene d’azione ma con molti dialoghi e colpi di scena, un po’ lenta forse però già nella seconda ora il ritmo accelera: un crescendo fino ad arrivare all’ultima parte del film dove esplode l’azione con la A maiuscola!

Vi sono molte scene che celebrano i momenti topici dei precedenti film sugli eroi più grandi della Terra, in mezzo alle quali la tensione viene spezzata da gag ben piazzate e non troppo invadenti. Ovviamente qualcuno morirà e non è detto che sia chi pensate, io non me l’aspettavo, ma devo comunque dire che è stata una morte degna e gloriosa.

CONCLUSIONI

In questo film una cosa è certa: i fratelli Anthony e Joe Russo hanno voluto concludere un arco narrativo composto di ben 22 (leggasi VENTIDUE) film, Endgame compreso, mettendo un punto fermo nella storia decennale del Marvel Cinematic Universe.

Assisteremo al passaggio di un testimone che è un simbolo di speranza per tutta l’umanità, con la consapevolezza che la vita va avanti nonostante le perdite subite.

Grazie per averci fatto sognare in questo viaggio lungo undici anni.

P.S.: L’unico spoiler che vi facciamo è sulle Post Credit Scene: non ce ne sono, nemmeno una. Ma vale la pena veder scorrere i titoli di coda per vedere il tributo alla formazione originale degli Avengers e agli interpreti degli stessi.

Game Of Thrones – S8 E2 – RECENSIONE

Il Trono di Spade è finalmente tornato dando inizio alla sua stagione finale. La seconda puntata di Game of Thrones è andata in onda questa notte, alle 3.15, su SKY Atlantic.

Il Trono di Spade 8×01 – IN BRICIOLE

Cos’è successo dunque nella prima puntata dell’ottava stagione? Ecco un veloce riassunto della puntata:

Jon e Daenerys sono giunti a Grande Inverno e com’era prevedibile, gli abitanti del Nord guardano ai due con sospetto. Molti non si fidano della nuova Regina ma soprattutto dell’aiuto dei Lannister.

Nel primo episodio abbiamo fatto il carico di emozioni dato che abbiamo visto anche la tanto attesa reunion tra Jon e i suoi fratelli, per primo Bran e poi con Arya. Intanto il povero Sam Tarly ha appena scoperto, per bocca di Daenerys che sia suo padre che suo fratello sono morti, poichè hanno rifiutato di inginocchiarsi a lei. Sam inoltre rivela a Jon la sua vera identità (per chi non lo ricordasse, egli è Aegon Targaryen figlio di Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen, dunque legittimo erede al Trono di Spade). Nel finale dell’episodio Tormund e i Guardiani della Notte scoprono un preoccupante messaggio da parte degli Estranei e Jaime Lannister arriva a Grande Inverno dove trova ad attenderlo Bran.

Il Trono di Spade 8×02

Nel secondo episodio de Il Trono di Spade vediamo i nostri protagonisti prepararsi alla battaglia con l’esercito dei morti.

Come avevamo visto nel finale Jaime è arrivato a Grande Inverno Daenerys e Sansa stanno decidendo del suo destino. Inizialmente entrambe sono restie ad accoglierlo ma l’intervento di Brienne in favore di Jaime fa cambiare idea a Sansa, che decide di accettare il suo aiuto. Jaime porta brutte notizie e informa la Regina che Cersei intende muovere le flotte dei Greyjoy contro di lei e i suoi alleati. In cerca del supporto di Sansa, Daenerys cerca anche un punto d’incontro, ma proprio quando sembrano averlo trovato si scoprono su fronti diversi riguardo al destino del Nord una volta che il Trono di Spade sarà conquistato.

Nel frattempo, a Grande Inverno tornano anche TheonEddTormund e Beric informando i presenti dell’imminente arrivo degli Estranei. La strategia per affrontarli è quella di colpire il Re della Notte per destabilizzare l’armata: per portarlo allo scoperto useranno Bran come esca.

Il finale della puntata vede i nostri protagonisti affrontare la notte prima della battaglia con l’esercito di non morti. JonSamwell e Edd ricordano quando si sono incontrati. TyrionJaimeDavosBriennePodrick e Tormund bevono insieme. Jaime coglie l’occasione per dare il tanto meritato titolo di cavaliere a BrienneArya parla con il Mastino e poi incontra Gendry.

Infine Jon rivela il suo vero nome a Daenerys che si rende conto che Jon è l’effettivo erede al Trono ma poco dopo vengono interrotti dall’arrivo degli Estranei.

Disney reintegra James Gunn come regista di Guardiani della Galassia Vol. 3!

Mandatory Credit: Photo by Invision/AP/REX/Shutterstock (9126774fb) James Gunn World Premiere of “Thor: Ragnarok”, Los Angeles, USA – 10 Oct 2017

Disney ha deciso di reintegrare James Gunn come regista di Guardiani della galassia vol. 3, dopo il licenziamento avvenuto nei mesi scorsi a seguito delle vicende legate a dei vecchi tweet del regista.

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, ma stando a quanto riportato da Deadline, la decisione sarebbe stata ponderata per mesi a seguito dell’incontro tra Gunn e Alan Horn.

Il regista dei primi due Guardiani della galassia era stato licenziato a seguito del riemergere di alcuni tweet risalenti a diversi anni fa: la scelta di Disney di proteggere la propria immagine aveva chiaramente diviso in due l’opinione pubblica, con il cast dei film, guidato da Dave Bautista, a difendere a spada tratta Gunn.

Adesso la Disney ha deciso di credere alle parole di Gunn, che si era più volte scusato sia pubblicamente che privatamente, e di reintegrarlo come regista del terzo film sui Guardiani della Galassia, la cui produzione dovrebbe cominciare dopo che Gunn avrà finito di dirigere il film sulla Suicide Squad.

Che ne dite? Siete contenti del ritorno di Gunn alla direzione dei Guardiani della Galassia?

Fonte: Deadline