Sam Raimi dirigerà il sequel di Doctor Strange!

La notizia circolava già da un bel po’ ma adesso è arrivata la tanto attesa ufficialità comunicata dal diretto interessato: Sam Raimi è stato scelto per dirigere Doctor Strange in The Multiverse of Madness, il seguito del primo lungometraggio dedicato allo Stregone Supremo interpretato da Benedict Cumberbatch uscito nel 2016. Inizialmente la realizzazione del sequel era stata affidata allo stesso regista del primo film, Scott Derrickson, che però ad inizio anno ha deciso di abbandonarne la regia mantenendo soltanto il ruolo di produttore esecutivo a causa di divergenze creative con i Marvel Studios. Negli ultimi mesi si erano fatte sempre più insistenti le voci che davano Raimi in trattative per prendere il posto di Derrickson dietro la macchina da presa, ma fino ad adesso non c’era stata alcuna conferma in merito. Ieri però, intervistato da Comingsoon.net, ci ha pensato lui stesso a fugare ogni dubbio, facendo capire chiaramente che è stato affidato a lui il compito di portare sul grande schermo il secondo capitolo delle avventure soprannaturali di Stephen Strange. L’occasione di parlare del suo ruolo nel progetto gli è stata data quando nel corso dell’intervista gli è stato chiesto di commentare una battuta presente in Spider-Man 2 (2004), in cui veniva fatto un divertente riferimento proprio all’iconico personaggio in questione, che adesso suona quasi come una sorta di premonizione:

A oltre dieci anni di distanza dalla fortunata trilogia di Spider-Man Sam Raimi torna dunque a cimentarsi con un cinecomic, che in questo caso promette di essere un importante punto di svolta per l’imminente “Fase Quattro” del Marvel Cinematic Universe. Con un maestro del suo calibro ad occuparsi della regia e un potenziale narrativo estremamente variegato e suggestivo a disposizione come quello legato a Doctor Strange, è lecito aspettarsi un sequel memorabile che potrebbe tranquillamente rivelarsi migliore del capitolo precedente.

Doctor Strange in The Multiverse of Madness aveva già una data di uscita nei cinema americani fissata per maggio 2021, ma a causa dell’emergenza coronavirus la sua distribuzione è stata recentemente posticipata al 5 novembre 2021. Le riprese avrebbero dovuto cominciare verso maggio-giugno, ma al momento purtroppo non si sa ancora quando sarà possibile iniziarle.

The Batman: il cast è quasi al completo ed anche il titolo di lavorazione è stato svelato!

The Batman, l’attesissimo cinecomic che rilancerà la saga del Cavaliere Oscuro sul grande schermo, sta cominciando lentamente a prendere forma. Le riprese del film dovrebbero avere inizio nei primi mesi del 2020, ma nel frattempo il regista e sceneggiatore Matt Reeves (autore degli ultimi due capitoli de Il pianeta delle scimmie), ha annunciato nel corso di queste ultime settimane il cast che ha scelto per la nuova avventura del pipistrello di Gotham City. Si tratta di un mix di attori che, fra volti noti e talentuose promesse, desta fin da subito molta curiosità e che induce ad aspettarsi un adattamento che possa reggere il confronto con la superlativa trilogia firmata da Christopher Nolan. Questi sono i membri del cast annunciati finora:

Robert Pattinson sarà Batman. Il trentenne ex vampiro di Twilight, che nel suo curriculum può vantare collaborazioni con registi del calibro di Cronenberg ed Herzog, raccoglie l’eredità di Christian Bale e di Ben Affleck e avrà il suo bel da fare nel doppio ruolo di crociato incappucciato e di giovane miliardario.

Andy Serkis, noto per aver animato Gollum ne Il Signore degli Anelli ed apparso recentemente in due cinecomic Marvel, sarà Alfred Pennyworth, il fidato maggiordomo di Bruce Wayne nonché principale aiutante del suo alter ego mascherato.

Jeffrey Wright, conosciuto ai più per avere interpretato Felix Leiter in un paio di 007 con Daniel Craig e per il suo ruolo nella serie Westworld, sarà il commissario Jim Gordon, la fedele spalla di Batman nella lotta contro il crimine.

Zoe Kravitz, figlia del celebre cantante Lenny Kravitz apparsa lo scorso anno in Animali Fantastici- I crimini di Grindelwald, sarà Catwoman, ruolo ricoperto in passato da attrici del calibro di Michelle Pfeiffer ed Anne Hathaway.

Paul Dano, interprete trentacinquenne già apprezzato in diverse pellicole d’autore come Il Petroliere e 12 anni schiavo, sarà l’Enigmista. L’antagonista dell’uomo Pipistrello in passato aveva avuto il volto di Jim Carrey nel non certo impeccabile Batman Forever (1995).

Jon Turturro sarà Carmine Falcone, il boss della malavita acerrimo nemico di Bruce Wayne. L’esperto attore e regista italoamericano sembra adattissimo a calarsi in un ruolo nel quale sembra poter dare il meglio di sé.

Peter Sarsgaard è stato annunciato pochi giorni fa dallo stesso Reeves come new entry nel cast, ma ancora non si sa quale personaggio andrà ad interpretare. Alcuni rumors suggeriscono però che andrà ad impersonare l’iconico villain Due Facce.

Per quanto riguarda le scelte di casting non ancora ufficiali, sembra che Colin Farrell sia vicinissimo ad ottenere la parte del Pinguino, mentre Dave Bautista, l’ex wrestler diventato celebre grazie a I Guardiani della Galassia, potrebbe essere scritturato per indossare la maschera di Bane.

Il titolo di lavorazione del lungometraggio di Matt Reeves, rivelato di recente dal magazine Production Weekly, sarà Revenge (Vendetta).

L’imponente galleria di antagonisti ci suggerisce che il Cavaliere Oscuro dovrà vedersela con parecchi cattivi. Anche per questo sembra che la storia di riferimento per la sceneggiatura potrebbe essere Il Lungo Halloween, la saga a fumetti pubblicata nel 1996 scritta da Jeph Loeb e disegnata da Tim Sale. Finora non ci è dato sapere tanto altro, se non che la vicenda si concentrerà sulle doti investigative del protagonista e sarà ambientata all’inizio della sua crociata contro il crimine di Gotham City.

Le riprese dovrebbero avere inizio a Londra nelle prime settimane del 2020. The Batman verrà distribuito nelle sale americane soltanto a partire dal 25 giugno 2021, ma si potrà avere qualche notizia in più in merito al film quando le riprese saranno ufficialmente cominciate.

Spider-Man rimarrà all’interno dell’Universo Cinematografico Marvel!

Era nell’aria già da qualche giorno e finalmente ieri è arrivata la notizia che ha fatto tirare un grande sospiro di sollievo a molti fan: dopo l’annuncio, non più tardi di un mese fa, del mancato rinnovo dell’accordo tra Sony e Disney per la produzione dei film di Spider-Man, adesso arriva il tanto atteso dietrofront. Quella che nella giornata di eri in un primo momento sembrava un’azzardata indiscrezione è stata invece prontamente confermata dal numero 1 dei Marvel Studios Kevin Feige che ha espresso tutto il suo entusiasmo per il prosieguo delle avventure dell’Arrampicamuri all’interno del Marvel Cinematic Universe. I due colossi della distribuzione cinematografica si metteranno dunque al più presto al lavoro per produrre un terzo film con Tom Holland nei panni dell’amichevole Uomo Ragno di quartiere. Il cinecomic ha già una data d’uscita, fissata per il 16 luglio 2021. Perciò lo Spider-Man di Holland proseguirà la sua avventura nell’universo Marvel per almeno un altro lungometraggio, su cui lavorerà lo stesso team creativo che ha dato vita a Homecoming e Far From Home. Non è nemmeno esclusa la partecipazione di Spidey ad uno dei prossimi film della Fase 4 del MCU che partirà ufficialmente nella primavera del 2020 con Black Widow.

Le reazioni entusiastiche dei fan di tutto il mondo non hanno tardato ad arrivare. Ma la reazione più divertente e memorabile non poteva che arrivare dal giovane attore che ha interpretato l’Uomo Ragno dal 2016 fino ad oggi convincendo fin dalla sua prima apparizione pubblico e critica. Tom Holland ha infatti condiviso sul suo profilo Instagram un video che riprende una celebre scena di The Wolf of Wall Street:

Sembra proprio che Holland sia carico a mille per la sua permanenza nell’Universo Marvel, che con il ritorno di uno dei suoi personaggi più iconici può ora contare su un pontenziale di storie da sviluppare che mette i brividi solo a pensarci. Prepariamoci a rimanere strabiliati.

Matrix 4 SI FARÀ!

Qualche mese fa erano trapelati in rete delle indiscrezioni su un possibile quarto film su Matrix, qualche ora fa ne abbiamo avuto la conferma tramite Variety!

In Matrix 4 è confermato il ritorno di Keanu Reeves e Carrie-Ann Moss che riprenderanno i ruoli di Neo e Trinity e Lana Wachowski scriverà e dirigerà il quarto film della saga cinematografica.

Le riprese del film dovrebbero iniziare nel 2020. La sceneggiatura di Matrix 4 è stata scritta dalla stessa Wachowski in collaborazione con Aleksander Hemon e David Mitchell.

Lana Wachowski ha commentato: “Molte delle idee che io e Lilly abbiamo esplorato 20 anni fa riguardanti la nostra realtà sono attualmente ancora più rilevanti. Sono davvero felice nel poter riavere questi personaggi nella mia vita e grata per un’altra opportunità di lavorare con i miei brillanti amici“.

Com’era naturale che accadesse, la fanbase si è divisa alla notizia di un nuovo film: c’è chi è a favore di un nuovo film che possa andare a spiegare e rendere chiari alcuni dettagli della trilogia; naturalmente c’è chi è contrario ad un film non necessario, visto che la trilogia aveva una conclusione inequivocabile.

Voi cosa ne pensate? Siete favorevoli o contrari a questo nuovo film?

Si interrompe la collaborazione tra Disney e Sony e Spider-Man abbandona il Marvel Cinematic Universe!

Spider-Man lascia il Marvel Cinematic Universe. Il mancato accordo tra Marvel e Sony, annunciato da Deadline, implica il ritorno del personaggio nelle sole mani di Sony, che aveva prodotto tutti i cinecomic dell’Arrampicamuri fino al 2014. Marvel e Sony si erano accordate nel 2015 per consentire l’inserimento dell’Uomo Ragno all’interno del Marvel Cinematic Universe: in cambio i Marvel Studios si erano impegnati a produrre i film di Spider-Man, dividendosi gli incassi con la Sony. Secondo alcune indiscrezioni l’accordo prevedeva che i Marvel Studios incassassero il 5% degli incassi di questi cinecomic raggiunti nel primo giorno di programmazione e i diritti esclusivi su tutto il merchandise. Da questa collaborazione erano scaturiti tre lungometraggi dei Marvel Studios con la partecipazione di Spidey (Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War ed Avengers: Endgame) e due Spider-movie: Homecoming (2017) ed il recentissimo Far from Home.

Attualmente non si sa ancora molto sui reali motivi che hanno causato il mancato rinnovo dell’accordo, grazie (anche) al quale Endgame è riuscito a guadagnarsi il titolo di film di maggior incasso della storia del cinema e Far From Home ha da poco superato il record di Skyfall diventando il film Sony più redditizio di sempre al botteghino. Pare che all’origine dell’interruzione della collaborazione ci sia stata la proposta da parte dei Marvel Studios, dal 2015 interamente controllati dalla Disney, di una divisione più equa degli incassi e di un minore coinvolgimento di Kevin Feige nella produzione dei cinecomic Sony dedicati all’Uomo Ragno, mantenendo comunque il controllo totale sul merchandise. Sony avrebbe rifiutato la proposta e questo avrebbe portato a far saltare la trattativa. Può anche essere che con la recente acquisizione di Fox della Disney (che implica il futuro ingresso degli X-Men e dei Fantastici 4 nell’Universo Marvel), Feige e compagnia abbiano pensato che per il momento possono pure rinunciare al Tessiragnatele. Quel che è certo è che per ora non vedremo nuovamente Spider-Man in altre pellicole dei Marvel Studios. Tom Holland e Jon Watts, regista degli ultimi due lungometraggi di Spidey, hanno un contratto valido per altri due film, ma per il momento sembra che i prossimi capitoli con Holland correranno su un binario diverso rispetto ai cinecomic prodotti da Feige.

Non si sa se questa inaspettata rottura metterà definitivamente la parola fine alla collaborazione tra i due studi cinematografici. Quel che è certo è che diversi progetti sui quali si vociferava in questi mesi potrebbero non vedere mai la luce, e che sia Disney che Sony potrebbero pentirsi in tempi brevi di non aver trovato un compromesso dal quale avrebbero potuto continuare a beneficiare entrambe.

Questa potrebbe essere la tipica reazione di un fan della Marvel dopo aver letto che “l’amichevole Spider-Man di quartiere” non farà più parte del MCU…

Spider-Man: Far From Home – Analisi Trailer

Il nuovo trailer di Spider-Man: Far From Home è stato rilasciato da poche ore ed è pieno di molti dettagli!

—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—
—ATTENZIONE SPOILER!—

Timeline

Abbiamo la conferma che il film sarà ambientato dopo il termine degli eventi di Avengers: Endgame.

QUI e QUI le nostre recensioni.

Mysterio

Scopriamo che il Mysterio di Far From Home proviene da un universo alternativo e sembra essere una versione buona del nemico classico del nostro amichevole arrampicamuri.

Dal trailer si evince che con lo schiocco di dita, Thanos ha creato una frattura nel tessuto del Multiverso.

Ebbene sì signore e signori, con Spider-Man: Far From Home viene introdotto il concetto di multiverso, e io spero vivamente che, vista la recente acquisizione della Fox da parte di Disney, il tutto si concluda con questo:

Le SECRET WARS! Per chi non sapesse cosa sono o abbia la memoria un po’ corta vada pure a leggere qui.

Le cose rilevanti da analizzare non sono molte, quindi vi lasciamo al trailer!

The Batman: Ben Affleck lascia il ruolo, film in arrivo nel 2021


Ben Affleck su Twitter fa gli auguri al regista Matt Reeves e contemporaneamente conferma che non interpreterà Bruce Wayne in The Batman, che la Warner Bros presenterà nell’estate del 2021. Rigirando la news che conferma la sua uscita dal progetto, Affleck mette un punto fermo sulla sua interpretazione o meno del Crociato Incappucciato.


Affleck ha avuto un ruolo nello sviluppo della storia (aveva scritto una sceneggiatura con il fumettista Geoff Johns), ma poi ha capito di non essere adatto alla nuova direzione che intende percorrere il regista e ha quindi deciso di mollare il costume del Pipistrello di Gotham, che ha indossato in due film: “Batman v Superman: Dawn of Justice” e “Justice League”, entrambi diretti da Zack Snyder.


The Batman sarà slegato dal DC Extended Universe, così come Joker di Todd Phillips con Joaquin Phoenix, che vedremo a ottobre. Stando ad alcune voci, il film si concentrerebbe su un Batman più giovane, alle prese con alcuni nemici storici (con Josh Gad che ultimamente suggerisce di essere molto interessato al Pinguino, come anche al Gobbo di Notre Dame).

Chi potrebbe essere in lizza per interpretare il giovane Bruce Wayne?

Breaking Bad: svelato il cast del film!

È stata svelata una lista con i primi nomi di chi farà parte del cast del film su Breaking Bad!

La serie tv si concluse nel 2013 con un episodio finale che sembrava aver messo un punto finale alla storia, ma sembrerebbe che Vince Gilligan, creatore di Breaking Bad, abbia tutte le intenzioni di espandere l’universo dello serie.

Una lista con i nomi del cast è stata pubblicata nelle ultime ore e un cospicuo numero di vecchi protagonisti della serie ritornerà sullo schermo, tra cui: Bryan Cranston, Krysten Ritter, Jonathan Banks, Jesse Plemons, Charles Baker, Matt Jones, Robert Forster e molti altri.

Come in molti sapranno, alcuni di questi personaggi sono morti nel corso delle stagioni. Il primo esempio è proprio Walter White, interpretato da Cranston. Il loro ritorno significherebbe l’utilizzo di numerosi flashback che mostreranno in modo dettagliato le varie relazioni di Jesse con questi personaggi.

Il Gobbo di Notre Dame: arriva il live action!


Secondo DeadlineJosh Gad, che ha già recitato in un film Disney partecipando al live action de La Bella e la Bestia nei panni di Le Tont, sta prendendo in considerazione il ruolo del protagonista Quasimodo.

Il compito di scrivere la trama è stato invece dato a David Henry Hwang, vincitore del Tony Award, che lavorerà al film insieme a Stephen Schwartz e Alan Menken, per le musiche, che ha già lavorato per la Disney, in particolare per i film d’animazione tra cui Il Gobbo di Notre Dame.

La Disney ha affermato che ci troveremo davanti un cast eccezionale per dare di nuovo vita a uno dei classici d’animazione più amati dal pubblico mondiale e che in questi anni è diventato anche un musical di grande successo, sia all’estero che in Italia.

Che dite? Secondo noi Josh Gad potrebbe essere molto valido per la parte di Quasimodo!

Ghostbusters 3 – A Leslie Jones non piace il sequel

Leslie Jones ha commentato la notizia secondo la quale Jason Reitman avrebbe diretto Ghostbusters 3, ignorando il remake del 2016 diretto da Paul Feig e che la vedeva protagonista insieme a Kate McKinnonKristen Wiig e Melissa McCarthy.

L’attrice la considera una mossa che farebbe il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump.

È offensivo. Come fottetevi. Come se non contassimo. È qualcosa che farebbe il presidente Trump, “Dobbiamo rifare ghostbusteeeeers, meglio se con uomini, sarà grande. Queste donne non sono ghostbusteeeeers” che insulto. Una mossa da stronzi. Non me ne frega nulla!!

Il nuovo film sarà ambientato nello stesso universo dei Ghostbusters di Peter Venkman, Ray Stantz, Egon Spengler e Winston Zeddemore in cui nel 1984 hanno sconfitto Gozer il Gozeriano e nel 1989 anche Vigo il Carpatico.

È stato anche confermato che Bill MurrayDan Aykroyd ed Ernie Hudson torneranno per il terzo film insieme al nuovo giovane cast.

Il film è atteso per l’Estate del 2020.